Visciolata della collina" è una bevanda aromatizzata a base di vino e visciole.

La visciola, cioè la ciliegia selvatica, è infatti l'ingrediente fondamentale, assieme a zucchero, mosto d'uva o vino fermo e si caratterizza per l'aroma di ciliegia e il colore rosso intenso.
Il vino di visciole è un vino della tradizione marchigiana e prodotto esclusivamente nella Regione Marche.
Storicamente, il duca Federico da Montefeltro , secondo il suo biografo e libraio di fiducia Vespasiano da Bisticci, “quasi non beveva vino se non de ciriege o de granate”.
In seguito venne considerato un vino da donna, da omaggiare al gentil sesso per i suoi profumi, la sua morbidezza e la sua rotondità: oggi viene considerato vino da meditazione, da assaporare e degustare in compagnia, ritrovando sapori perduti, accompagnato a pasticceria tipica-locale.
La produzione di questo vino avviene tramite la preparazione di uno sciroppo di visciole e zucchero a cui viene aggiunto il mosto nel periodo di vendemmia; la fermentazione si protrae lentamente e per diversi giorni durante i quali il vino si arricchisce della fragranza della visciola.

  • Ingredienti: Mosto di uve Lacrima - Visciole - Zucchero
Joomla templates by a4joomla