Le Marche, per loro natura, sono un dolce degradare di colline e valli che dai monti Appennini scendono verso il mare. Nelle zone dell'entroterra sopravvivono luoghi antichissimi, insediamenti medioevali chiusi tra mura, castelli e rocche che sovrastano le colline.

E proprio le colline rappresentano le zone più felici per il prosperare della vite e la produzione di ottime uve. La luminosità del sole ed il suo calore consentono di esprimere alte gradazioni zuccherine e delicati profumi, indispensabili per ottenere buoni vini.

Il vino Lacrima di Morro d'Alba, che si ottiene da un vitigno autoctono a bacca nera conosciuto con il nome di Lacrima, viene prodotto in un territorio molto ristretto della provincia di Ancona a nord del fiume Esino, nella collina media e litoranea. E' un vino rosso rubino intenso, con sfumature violacee e profumo sempre intenso e fruttato di frutti rossi e di sottobosco, in particolare la viola ed i petali di rosa. Al gusto è asciutto e sapido, con un corpo medio tendente al morbido.

Il vino Verdicchio dei Castelli di Jesi, è prodotto nell'area collinare della provincia di Ancona con fulcro nei Castelli di Jesi, dove acquista la denominazione "Classico". Proviene dalle uve del vitigno Verdicchio Bianco, la più importante e diffusa varietà autoctona marchigiana ma anche una delle migliori cultivar a bacca bianca nel panorama nazionale.
E' caratterizzato da un colore giallo paglierino con sfumature verdi, il profumo è caratteristico, fruttato-floreale, con un sentore di mandorle amare ed in ogni caso sempre persistente. Al gusto risulta essere fresco, secco e morbido.

Aggiungi-Sito.com - Directory Gratuita

 

Joomla templates by a4joomla